VICE #4 – La poesia è morta ed il suo corpo è ancora caldo

VICE #4 – LA POESIA è MORTA ED IL SUO CORPO è ANCORA CALDO Avevo appena finito di scrivere quando, quella notte di domenica ventinove marzo, mi misi alla finestra. Il modem era spento, come spento era anche il telefono. Davanti a i miei occhi il cielo brillava ed io respiravo a pieni polmoni l’ariaContinua a leggere “VICE #4 – La poesia è morta ed il suo corpo è ancora caldo”