VICE #16 – Si salvi chi può (chi non può si arrangi)

A poco a poco sortiscono gli effetti negativi di questa quarantena.

L’altro giorno le urla frenetiche della vicina annunciavano l’innalzamento di prezzo di alcuni beni di prima necessità.

“Hanno aumentato tutto! Hanno aumentato la farina, hanno aumentato la frutta. Non si può vivere così. Non va bene per niente questa situazione” diceva senza prendere fiato tra una parola e l’altra.

Insomma, non voglio riportare tutta la conversazione ma vi assicuro che quel giorno ci fu un vero e propri comizio sul pianerottolo, e gli attori in scena erano la signora V., della porta accanto, e la signora F., la donna che si era abbandonata ad urla frenetiche.

A me aveva colpito e il fervore della signora F. e così mi misi ad ascoltare un po’ dalla finestra del bagno. Fu allora che riuscii a comprendere la collera che stava esprimendo la povera donna.

In effetti la pandemia da coronavirus ha fatto sprofondare l’economia del paese e molte persone, come me, ora stanno andando alla deriva.

Il malcontento è generale ed oserei dire che quasi non si fa più distinzione tra “ricchi e poveri”. Il Coronavirus ha tolto tutto.

Le misure economiche adottate dalle autorità compenti per arginare questa situazioni, purtroppo, non sono del tutto efficaci: se è vero che sono stati stanziati dei finanziamenti, è anche vero che molte persone non ci possono accedere; in più, c’è da aggiungere che per poter riuscire a ristabilire un’equilibrio, è necessario creare al più presto dei posti di lavoro. Quest’ultimo punto sembra scontato ma non lo è.

Il mondo sta cambiando ad una velocità spaventosa ed anche il mondo del lavoro sta compiendo la sua rivoluzione. L’era informatica ha oramai preso il suo sopravvento e chi non riuscirà stare al passo sarà tagliato fuori.

In questa giornata calda e soleggiata di mercoledì quindici aprile, penso di non aver nessuna voglia di pronosticare il futuro, ma guardando dalla finestra i verdi alberi lussureggianti irradiati dal sole, che mi richiamano alla mente la mia giovinezza, riecheggiano nella mente le parole della vicina che grida: “si salvi chi può!”

Potrebbe interessarti su Amazon: La Casa De Papel con Carta Rapinatore Cosplay Maschera Overalls Money Heist Halloween Costume Hoodie Jumpsuit Costume la Casa di Carta per Adulti Unisex(XL) 23,49 euro

Se ti è piaciuto “VICE #16 – Si salvi chi può (chi non può si arrangi)”, puoi lasciare un commento e/o condividerlo?

Foto di qimono–1962238

https://www.canva.com/photos/MADQ4w6SUWc-paisley-background-door-choices/