6 novembre 2019

di Mario Ventre

Ieri sera si è giocata una partita valevole per i gironi di UEFA Champions League, Napoli contro Salisburgo.

Nel primo tempo, approfittando di un Napoli totalmente assente, il Salisburgo ha spinto molto in attacco, riuscendo a guadagnarsi un calcio di rigore all’undicesimo minuto, sfruttando un intervento falloso di Kalidou Koulibaly. Sul dischetto è andato Haland, il Norvegese non ha sbagliato, Meret da una parte, e pallone da un’altra. Da quel momento le cose sono cambiate, i partenopei attaccano, reagiscono e al minuto 43’ pareggiano con un goal del Chucky Lozano.

Nella seconda frazione di gioco è salito ancora una volta in cattedra il Salisburgo con contropiedi fulminei, che non ha portato quasi mai ad una azione pericolosa per i partenopei. I ragazzi di Ancelotti hanno potuto dunque rifiatare, e fare un po’ di possesso palla combinato a molteplici azioni, che sono risultate però sterili. Al settantatreesimo minuto Mr. Ancelotti ha deciso di fare un cambio serio, mettendo Milik in campo al posto di uno spento Mertens, ma nonostante ciò, il goal del 2-1 non ha voluto entrare.

Al minuto ‘86 l’assetto del Napoli è cambiato nuovamente e Lozano ha fatto posto a Llorente, sprint finale dunque per Ancelotti che ha tentato il tutto per tutto. Malgrado i cambi, il Napoli non è riuscito a vincere, sembrava quasi che la porta fosse stregata o comunque che ci fosse una sorta di maledizione.

Continua dunque questo periodo di scarsa forma per i partenopei, che nelle ultime quattro partite hanno ottenuto tre pareggi ed una sconfitta. Spetterà dunque all’allenatore rimettere in sesto la squadra e a cambiarne atteggiamento.

Un Napoli così sottotono non lo si vedeva da parecchio, speriamo che sia solo un momento no. 

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti lasciare un commento e/o condividerlo?

#ALDILADELRISULTATO #FORZANAPOLISEMPRE #NAPOLI #CALCIO #FOOTBALL #PARTITA #CHAMPIONS #UEFA